Bitcoin crolla di $2K in 5 minuti, liquidando $600M di posizioni lunghe

Veröffentlicht von

Un flash crash su tempi brevi per BTC/USD induce il panico tra i trader lunghi, ma per gli analisti, è un business come al solito.

Bitcoin (BTC) è caduto oltre 2.000 dollari in cinque minuti il 31 marzo, quando un’ondata di volatilità ha sconvolto un mercato altrimenti tranquillo.

BTC vede una volatilità improvvisa

Cointelegraph Markets Pro e Tradingview hanno mostrato un incubo per i trader lunghi mercoledì, con BTC/USD che è sceso improvvisamente da $59.350 a $57.000.

Al momento della scrittura, le perdite stavano ancora montando dopo che la coppia ha colpito i minimi di $56.713 su Bitstamp.

„Esattamente Bitcoin“, il trader Michaël van de Poppe ha reagito a quello che è diventato un evento familiare su tempi brevi per Bitcoin.

In precedenza, il rialzo era stato il focus per i commercianti di giorno, quando le notizie da PayPal hanno generato una corsa fino a poco meno di 60.000 dollari.

Quelli che scommettevano su una continuazione della corsa al toro hanno perso molto mercoledì, tuttavia, quando il ribasso ha liquidato posizioni lunghe per un valore di 600 milioni di dollari in un totale di 1 miliardo di dollari in 24 ore.

Per l’analista quantistico PlanB, la loro scomparsa è stata comunque benefica, aiutando a liberare il mercato dalla leva indesiderata e assicurando futuri rialzi più organici. Come riportato da Cointelegraph, eventi simili si sono verificati con posizioni sia lunghe che corte negli ultimi mesi.

„Bella caccia allo stop loss … di nuovo“, ha commentato su Twitter.

„Ora che tutti i leveraged long sono liquidati, abbiamo finalmente spazio per rompere $60K in aprile“.

I tassi di finanziamento salgono

Nel frattempo, gli indicatori hanno mostrato ragioni per credere che ulteriori aumenti di prezzo per Bitcoin avrebbero bisogno di un po‘ di lavoro.

I tassi di finanziamento su tutte le piattaforme di derivati sono stati più alti nel corso della giornata, raggiungendo fino allo 0,375% su Huobi, un classico segno che la pressione al ribasso è in arrivo.

Il quadro a lungo termine rimane più che positivo, con gli analisti che indicano $68.000 e $73.000 come i prossimi ostacoli da osservare.